Lifting delle braccia

Lift delle braccia o “BRACHIOPLASTICA”

Finalmente una tecnica che risolve, con piccole cicatrici nascoste, un grande problema delle donne: la flaccidità delle braccia. Nella donna spesso i primi segni di rilassamento cutaneo si manifestano nella regione interna delle braccia dove la cute è quasi sempre molto sottile.

Per molti anni mi sono rifiutata di effettuare il lift delle braccia: la tecnica tradizionale lasciava cicatrici lunghe che, per quanto accurata fosse la sutura e per quanto fossero localizzate all’interno delle braccia, risultavano sempre troppo visibili e costringevano le pazienti ad indossare “a vita” camicette con le maniche, anche nei periodi di caldo afoso! Le poche volte che ho detto “sì” alle pazienti era perché c’era molta insistenza da parte loro: il problema delle braccia flaccide era un handicap che le portava a preferire cicatrici, anche se molto evidenti. Quest’anno mi sono recata a Dallas, per il consueto Cosmetic Symposium, e fra le varie interessanti relazioni, c’era quella del dott. Rohrich che presentava questa tecnica mini invasiva, con cicatrice nascosta nell’ascella, per effettuare il lift delle braccia. La metodica risolve la flaccidità cutanea ed anche l’eccesso di grasso.

L’intervento si puo’ effettuare il anestesia locale insieme ad una sedazione anestesiologica. Se è necessario anche rimuovere i cuscinetti di grasso, prima si effettua una liposcultura della regione mediale delle braccia, poi si passa al lift che viene realizzato con tecnica mini invasiva, ovvero senza scollamento della pelle. La piccola cicatrice che residua rimane confinata all’interno dell’ascella, nella piega di flessione del braccio. Poiché alla fine sulla cicatrice viene applicata una colla speciale, che la isola dall’ambiente esterno, la paziente può da subito fare la doccia. Il grande vantaggio della metodica è che i tempi chirurgici sono più veloci ed anche recupero post operatorio è più rapido, rispetto alla tecnica tradizionale.

Per quelle donne che lamentano solo una leggera flaccidità, senza accumuli di grasso evidenti, la soluzione viene affidata ad un’altra metodica innovativa: la laser lipolisi. Questo è un trattamento mini invasivo che si può effettuare in ambulatorio e che non lascia cicatrici. In questo caso il laser – un Neodimio Yag – scaldando il derma – lo strato piu’ profondo della pelle – ne determina la contrazione che consente di ottenere un maggiore tono cutaneo.

Da oggi, quando una paziente mi chiede di risolvere il problema della flaccidità delle braccia, mi sento più serena nel consigliare queste nuove tecniche: so che il risultato le renderà felici e finalmente, potranno indossare indumenti senza maniche… ma anch’io sarò contenta di non lasciare più quelle cicatrici orrende!

lifting-braccia-adriana-pozzi