Lifting facciale

Lift facciale o “RITIDECTOMIA”

La gravità, l’esposizione solare, lo stress ma anche la predisposizione genetica contribuiscono a rendere più evidenti i solchi ai lati della bocca, a rendere meno definita la linea della mandibola e ad accentuare cedimenti nella regione del collo.
In un certo momento della vostra vita potreste guardarvi allo specchio o vedere una vostra foto e decidere che quell’immagine che vedete non riflette quello che voi sentite di essere. Un lift facciale non ferma il processo di invecchiamento ma lo rallenta grazie al fatto che i tessuti profondi vengono riposizionati. Noi effettuiamo le plicature dello SMAS e del platisma con minimo scollamento e asportazione della cute.
Questo consente di ottenere risultati più naturali e un recupero post operatorio più veloce. Il lift della faccia può essere realizzato come unico intervento o può essere combinato alla blefaroplastica o al lift delle sopracciglia.
Come risultato finale il viso darà più fresco e più giovane. L’età media dei pazienti che si sottopongono al lift facciale va dai 40 ai 60 anni, ma il lift facciale può essere effettuato anche a soggetti di 70 o 80 anni. Il candidato ideale è un soggetto che gode di buona salute, che presenta una cute rilassata, rughe, con eccedenza di grasso nel collo, con perdita di definizione della linea mandibolare, con rughe profonde e rilassamento delle guance. L’intervento può essere realizzato in anestesia locale e sedazione oppure in anestesia generale.
La durata dell’intervento varia in base all’estensione del procedimento chirurgico, ovvero dalle 3 alle 5 ore. Le incisioni chirurgiche sono localizzate normalmente nella regione delle tempie e si estendono in una linea nascosta nella piega naturale esistente davanti alle orecchie per proseguire poi posteriormente al lobo auricolare fino all’attaccatura dei capelli nell’area dietro alle orecchie.
Quando è necessario trattare il rilassamento del collo, a volte si aggiunge una piccola cicatrice sotto al mento. I muscoli vengono messi in tensione e l’eccesso di cute viene rimosso. Il disagio associato a questo tipo di intervento non è mai importante e il recupero post operatorio dipende dall’intensità delle ecchimosi (lividi) e dal gonfiore.

La maggior parte dei pazienti è in grado di ritornare alla vita sociale dopo 10-14 giorni.