Lipoaspirazione

LIPOASPIRAZIONE

La lipoaspirazione è un intervento che serve a rimuovere i depositi localizzati di grasso sottocutaneo in qualsiasi regione del corpo. La tecnica utilizza piccole incisioni nelle quali vengono introdotte cannule di piccolo diametro collegate ad un aspiratore che esercita una pressione negativa; in tal modo è possibile rimuovere cellule di grasso in regioni ben delimitate, rimodellando il contorno corporeo.

EFFETTI PERMANENTI DELL’INTERVENTO

Dopo la pubertà il numero di cellule adipose rimane invariato. I soggetti adulti diventano più magri o più grassi, riducendo o aumentando la quantità di grasso presente in ogni singola cellula. Poichè la lipoaspirazione riduce lo spessore del grasso rimuovendo le cellule adipose, i risultati sono permanenti. Un aumento di peso dopo l’intervento di lipoaspirazione determinerà il deposito di grasso in aree diverse da quelle trattate.

ANESTESIA

Nel caso in cui vengano trattate solo una o due piccole aree, ad esempio sulla faccia e sul collo, è possibile eseguire l’intervento in anestesia locale. Se invece le aree da trattare sono più numerose o più ampie, è necessario ricorrere all’anestesia totale o regionale (spinale o epidurale).

DURATA DELL’INTERVENTO

Un intervento di lipoaspirazione può durare dai 30 minuti alle 3-4 ore in base al numero di zone da trattare.

liposuzione-ravenna-dott.ssa Pozzi

La liposuzione serve a “rimuovere” quelle aree del corpo in cui sono presenti depositi di grasso localizzati.

OSPEDALIZZAZIONE / INTERVENTO AMBULATORIALE

I pazienti che si sottopongono ad un intervento di lipoaspirazione in anestesia generale rimangono la notte seguente in ospedale. Si ricoverano la mattina stessa dell’intervento e vengono dimessi il giorno dopo. I pazienti che vengono operati in anestesia locale, dopo l’intervento, rimangono in osservazione per alcune ore prima di essere dimessi. In entrambi i casi è opportuno far ritorno a casa accompagnati.

DOPO L’INTERVENTO

Di solito non vengono applicate medicazioni sulle aree trattate. Un catetere urinario viene applicato durante l’intervento quando questo supera le 3-4 ore e viene rimosso il mattino dopo. L’inserimento e la rimozione del catetere sono indolori. Subito dopo l’intervento viene fatta indossare al paziente una guaina elastica per 2 o 3 settimane. Il paziente potrà rimuovere la guaina per fare la doccia ma, subito dopo, dovrà indossarla nuovamente. In aree come i polpacci o le caviglie le guaine elastiche verranno mantenute in sede per sei settimane circa. Un’ora dopo l’intervento il paziente può accusare un pò di dolore per il quale verranno comunque somministrati farmaci analgesici. A tutti i pazienti, fatta eccezione per quelli a cui vengono rimosse piccole quantità di grasso (es. solo lipoaspirazione del collo o delle ginocchia), vengono prescritti farmaci a base di ferro per almeno un mese dopo l’intervento. Il paziente verrà visitato dal chirurgo il giorno dopo l’intervento chirurgico, una settimana, quindici giorni, un mese, tre mesi e sei mesi dopo l’intervento. Tutti i pazienti possono riprendere l’attività lavorativa una settimana dopo, anche se molti riprendono il lavoro prima. Gli sports intensi sono vietati per 3 settimane. Se l’intervento di lipoaspirazione è stato associato a lifting nella stessa regione, il periodo di riposo dovrà essere prolungato. Per la prima settimana le aree trattate saranno gonfie e non sarà possibile valutare il risultato chirurgico, gli abiti saranno più stretti e il peso ponderale sarà maggiore. Verso la fine della prima settimana il gonfiore comincerà a diminuire, talvolta già durante la seconda settimana si noteranno i primi miglioramenti estetici. Il gonfiore scompare rapidamente dopo la prima settimana, ma i risultati definitivi si avranno a tre mesi dall’intervento.
Se sono stati trattati polpacci e caviglie, i risultati definitivi richiederanno un tempo superiore ai 3 mesi.

FOTOGRAFIE

Non mostrano la faccia del paziente e vengono scattate prima e diversi mesi dopo l’intervento.

liposuzione-ravenna-dott.ssa Pozzi

Lipoaspirazione della regione troncanterica (Coulotte de Cheval).

liposuzione-ravenna-dott.ssa Pozzi

Per la lipoaspirazione dell’addome a volte si praticano due piccole incisioni sovrapubiche attraverso le quali vengono introdotte le canule.

liposuzione-ravenna-dott.ssa Pozzi

Attraverso una piccola incisione praticata sulla cute viene introdotta una canula fino al tessuto adiposo.

CICATRICI

In passato un intervento di rimodellamento del corpo lasciava cicatrici molto evidenti. Oggi un intervento di lipoaspirazione lascia cicatrici di circa 1/2 cm. che vengono posizionate nelle pieghe naturali del corpo o in altre zone dove possono essere meno visibili o facilmente ricoperte da indumenti o costumi da bagno. Nella maggior parte dei casi le cicatrici rimarranno rosse o pigmentate per sei mesi e gradualmente sbiadiranno finchè, a dodici mesi dall’intervento, saranno quasi invisibili. In qualche caso le cicatrici possono dare dei problemi. Comunque è opportuno considerare che esse sono permanenti e che non è possibile prevederne l’ampiezza e il colore finali.

COMPLICANZE

Dopo questo tipo di intervento le complicanze gravi non sono frequenti. Tutti i pazienti presentano ecchimosi che rimangono dalle tre alle sei settimane o anche più a lungo. Le aree trattate possono essere intorpidite e la sensibilità ridotta. Come in tutti gli interventi chirurgici, potrebbero verificarsi sanguinamento, infezioni ed altre complicanze. Si potrebbero notare irregolarità sulle superfici delle aree trattate, generalmente però è transitorio, anche se in alcuni pazienti può essere permanente.
Il chirurgo si prefigge sempre di ottenere una perfetta simmetria delle aree trattate ma piccole differenze possono essere presenti tra una parte e l’altra del corpo. Il 5% dei pazienti viene sottoposto ad un intervento di correzione dopo 6 mesi dal primo intervento. Frequentemente la correzione consiste nella rimozione o nella iniezione di grasso e viene quasi sempre effettuata in ambulatorio in anestesia locale. In alcuni casi però, quando la correzione è più importante, è necessario un ricovero e un intervento in anestesia totale. Articoli allarmistici apparsi recentemente sulla stampa hanno descritto le disastrose conseguenze di interventi di lipoaspirazione. Casi di embolia grassosa (piccoli frammenti di grasso che raggiungono i polmoni o altre parti del corpo) hanno fortemente impressionato l’opinione pubblica. Una ricerca approfondita su queste gravi complicanze, che possono anche mettere a repentaglio la vita del paziente, hanno rivelato che gli interventi erano stati eseguiti da personale non qualificato, o in alcuni casi, erano stati eseguiti più interventi contemporaneamente.

spinner